STAR WARS DAY: degustiamo insieme lo snack preferito di Jabba. - Idea Food and Beverage

Marketing strategy
& Business Development

Beyond the comfort zone

STAR WARS DAY: degustiamo insieme lo snack preferito di Jabba.

Croccante fuori, morbido dentro. Tenero, saporito, umido…rivoltante: l’essere non identificato che nel 2004, nel secondo film di Guerre Stellari, viene […]

Condividi:

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInEmail
Croccante fuori, morbido dentro.
Tenero, saporito, umido…rivoltante: l’essere non identificato che nel 2004, nel secondo film di Guerre Stellari, viene divorato di gusto da un opulento Jabba the Hutt.
Lo ricordate?
Forse una lungimirante premonizione quella del signore del crimine che nell’entomofagia nascondeva il segreto della sua Forza e che nutrendosi di ‘multi-zampe’ dalla dubbia golosità incuteva timore misto a disgusto.
Il sapore? Probabilmente dolciastro, vagamente amarognolo sul finale, vellutato e avvolgente.
Saporito e soprattutto nutriente a tal punto da soddisfare l’avida gola dell’essere molliccio e abominevole che ha fatto della sua fame un luogo comune.

Jabba lo usava come snack tra una risata e l’altra mentre torturava le sue vittime.

Allora immaginiamo che non possa trattarsi di un main course quanto piuttosto di uno snack saporito e capace di soddisfare il languorino.
La differenza di consistenza in masticazione tra ossa e carne presenta sicuramente un plus per l’esperienza gustativa. Il fatto che il mostriciattolo sia inoltre vivo aggiunge all’esperienza viscida quell’imprevedibilità che ogni snack vorrebbe avere!
E voi cosa ne pensate?

Jabba the Hutt sarebbe già dovuto comparire nel primo episodio di Star Wars nel 1977 ma per nostra (s)fortuna fu cassato e ricomparve ne “Il Ritorno dello Jedi” mutando il suo aspetto umano in quello del mostro grasso che tutti conosciamo.
Grasso, sporco, amante dei luoghi fangosi e maleodoranti, criminale per vocazione: sono questi i tratti degli Hutt descritti da impersonati da Jabba.
Grazie alla riconosciuta ingordigia del gesto vorace di Jabba che si ciba del piccolo mostro appiccicoso, la sua fortuna è andata ben oltre STAR WARS per divenire un vero e proprio fenomeno di culto. Tutti infatti conoscono ormai il suo nome, divenuto sinonimo di avidità e dubbia ghiotteria, mentre spopolano anche le sue parodie che i più ricorderanno in un episodio dei Griffin o nel personaggio di Pizza Margherita in Balle Spaziali di Mel Brooks.

STAR WARS DAY

Oggi 4 Maggio è lo Star Wars Day e celebra i 41 anni dall’uscita nelle sale del primo episodio della saga più famosa della storia.
Tale data è stata scelta come Star Wars Day a causa della popolarità di un gioco di parole in lingua inglese tra la famosa citazione”May the Force be with you” (“Che la Forza sia con te”) e la frase “May the fourth be with you” (“Che il 4 maggio sia con te”), causato dal doppio significato della parola May (in relazione al contesto può significare “possa” oppure “maggio”) e dall’assonanza tra le parole Force (“Forza”) e fourth (“Quattro”).
La paternità della frase più pronunciata però, non pare essere attribuibile ai fan della saga, ma ad un momento che ha segnato la storia del Regno Unito nel 1979, ovvero quando Margaret Tatcher, prima donna ad essere stata eletta Primo Ministro venne incitata in un articolo del London Evening News con un’esortazione che recitava:   “May the Fourth Be with You, Maggie. Congratulations.”
#attualità food & beverage

Iscriviti alla nostra newsletter!
Vuoi restare aggiornato sulle ultime novità e trend
del food & beverage? Iscriviti!

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003, come descritto dalla relativa policy.

#attualità food & beverage

Buondì Motta, possa anche un asteroide colpirci se non analizziamo questo interessante caso!

#case study

Trasparenza verso i propri clienti, volubilità del mercato e bufale: Cosa imparare dall’Olio di Palma.

#case study

L’importanza della strategia

#marketing basics