L’importanza della strategia - IDEA Food & Beverage

Marketing strategy
& Business Development

Beyond the comfort zone

L’importanza della strategia

Il rapporto che stabiliamo con i nostri clienti è sempre di consulenza e mai di fornitura di un servizio. Questo perché crediamo che sia meglio guidare un cliente nella scelta corretta anche se questo significa rinunciare a una parte di compenso, al fine di fornire un servizio migliore.

Tag:, , ,

Condividi:

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInEmail

Il rapporto che stabiliamo con i nostri clienti è sempre di consulenza e mai di fornitura di un servizio. Questo perché crediamo che sia meglio guidare un cliente nella scelta corretta anche se questo significa rinunciare a una parte di compenso, al fine di fornire un servizio migliore.

In questa ottica, dopo un’analisi di mercato, indichiamo al cliente ciò che dovrebbe o non dovrebbe fare. Spesso alcune richieste si rivelano inutili (ad esempio la realizzazione di un video o di un determinato servizio fotografico), spesso si rivela necessario realizzare iniziative differenti. 

Tutto ciò che consigliamo rientra nella strategia che elaboriamo per il cliente.

La strategia

Se pensiamo a come un esercito scende in guerra e scendeva in battaglia in passato, è ovvio pensare che prima di affrontare i nemici i comandanti ed i generali elaborino una strategia di attacco e di difesa, con diversi piani di riserva e che tenga conto di tutte le difficoltà o opportunità offerte dal luogo dello scontro e dalle diverse caratteristiche dei contendenti.

Allo stesso modo un’azienda che desideri affrontare il mercato e che desideri imbastire alcune iniziative di marketing ha necessità di approntare una strategia. Questa strategia deve considerare un’analisi preventiva di mercato (domanda, offerta, concorrenza), le caratteristiche proprie dell’azienda, le caratteristiche del prodotto o dei prodotti e il tipo di iniziativa che l’azienda desidera intraprendere.

La strategia: per risparmiare e non sprecare

Purtroppo spesso, anzi spessissimo, non viene elaborata alcuna strategia. Le aziende (in particolare le piccole imprese) si rivolgono direttamente a fornitori di servizi come studi grafici, studi fotografici, videomakers, fornitori di spazi pubblicitari per usufruire direttamente dei loro servizi richiedendo un lavoro di qualità e spesso pagandolo profumatamente.

Ottimi professionisti mettono così in campo le proprie competenze per la realizzazione di materiali di comunicazione che possono anche essere pregevoli, ma privi di una direzione e basati sul nulla. Se l’azienda non appronta una strategia con obiettivi chiari, brancola nel buio e non ha idea del percorso che deve affrontare per arrivare dove desidera.

Così la maggior parte delle iniziative non sortiscono alcun effetto, o peggio possono creare danno.

La strategia giusta

Se, ad esempio, un negozio di vino desidera attrarre clientela al proprio negozio deve considerare alcuni fattori: ampiezza del mercato circostante e numero di potenziali clienti, reddito medio dei potenziali clienti, concorrenza presente e segmenti del mercato presenziati dalla concorrenza, opportunità lasciate dalla concorrenza, tipologia e livello dei propri prodotti oltre che la loro adattabilità al mercato, prezzo di vendita, e molto altro.

Un negozio che vende vini di alta qualità, e si orienta ad una clientela di lusso non può comunicare allo stesso modo di un negozio che desidera vendere vino da tavola. Non intendiamo solamente per quanto riguarda l’immagine e il tono di voce, ma anche per i mezzi utilizzati e i luoghi in cui si veicola il messaggio.

L’azienda deve innanzi tutto definire il proprio target, segmentarlo nelle diverse fasce e comprendere quali sono i mezzi migliori per raggiungere ogni fascia. In seguito elaborare una strategia a medio e lungo termine, da perseguire con tenacia, che permetta di raggiungere gli obiettivi desiderati.

L’elaborazione di una strategia in questa fase permette inoltre di risparmiare tempo e denaro in seguito in quanto ogni nuova idea, ogni materiale da realizzare sarà già stato programmato o può comunque esser valutato semplicemente comprendendo se rientra nella linea strategica scelta.

La strategia è lo strumento più potente del consulente di marketing. Se, per il cliente, il consulente di marketing è come un navigatore satellitare che offre la via migliore per arrivare ai propri obiettivi, ed è capace di ricalcolare ed adattare il percorso in base alle esigenze, la strategia è l’algoritmo e il cuore del navigatore. La strategia è il primo percorso elaborato ed ogni successiva variazione. 

#marketing basics

Iscriviti alla nostra newsletter!
Vuoi restare aggiornato sulle ultime novità e trend
del food & beverage? Iscriviti!

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003, come descritto dalla relativa policy.

#marketing basics

Celiachia reale o immaginaria? Qualche dato.

#food culture

“Brexilitolo”: l’improvvisa attenzione degli inglesi alla salute dentale e l’attacco al Prosecco

#attualità food & beverage

L’estro nel piatto: chef e opere d’arte commestibili.

#food culture