Capovolgere l'immaginario comune del miele? - IDEA Food & Beverage

Marketing strategy
& Business Development

Beyond the comfort zone

Capovolgere l’immaginario comune del miele?

Il 14 Novembre abbiamo curato a Milano il lancio della collezione “Le Esperienze” di ADI Apicoltura. Blogger, giornalisti, buyer ed […]

Tag:, , , ,

Condividi:

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInEmail

Il 14 Novembre abbiamo curato a Milano il lancio della collezione “Le Esperienze” di ADI Apicoltura.
Blogger, giornalisti, buyer ed esperti del settore si sono riuniti per degustare un prodotto che nonostante l’artigianalità ed estrema purezza può esser utilizzato anche in degustazioni gourmet e non solo come ingrediente.

Il format

Abbiamo utilizzato per l’evento un format che ci ha permesso di presentare ai circa quaranta invitati la collezione Le Esperienze, che abbiamo curato dalla fase di ricerca e sviluppo alla creazione del concept, dalla selezione delle botaniche alla raccolta del miele e dalla creazione della strategia di marketing alla creazione della comunicazione e, infine, al lancio.

Una serie di tavole conviviali della durata di circa un’ora per gruppo durante le quali alla fase di degustazione e live cooking erano abbinati i racconti della mission aziendale di cui i titolari si sono fatti portavoce ed una guida alle sensazioni palatali che i mieli di Tarassaco, Coriandolo, Corbezzolo e Rododendro suscitano al momento dell’assaggio.

La collezione Le Esperienze

Il miele, fino a pochi anni fa, non era che un dolcificante ma le caratteristiche organolettiche che possiede e le innumerevoli peculiarità che emergono in degustazione ci hanno fatto pensare a quanto il potenziale di questo prodotto possa essere valorizzato.

Il miele di ADI Apicoltura è biologico, lavorato a freddo, sostenibile, 100% italiano e soprattutto buono.
Quindi perchè non dar vita ad un miele gourmet attraverso la creazione di una collezione di eccellenza?

La collezione Le Esperienze, come suggerisce il nome, si propone di regalare al cliente una vera e propria esperienza sensoriale fatta di vista, tatto, olfatto e gusto. Difatti, chi è abituato ad un classico miele di Acacia o Millefiori non può immaginare quanto diverse possano essere le caratteristiche organolettiche dei vari mieli.

I sapori e le emozioni che possono regalare i mieli di questa collezione rendono la degustazione un rituale meditativo paragonabile a quello del rum e sigaro consumati sul divano davanti al camino. Non più – quindi – un miele che fa la parte dell’ingrediente.

Rarità e localizzazione della produzione

I mieli della linea Le Esperienze sono rari a tal punto da esser numerati e in edizione limitata. La scarsa produttività delle piante che abbiamo scelto non consente infatti vaste produzioni. Questo è sia un importante elemento di valore che di comunicazione. L’acquirente è infatti, così, conscio di acquistare un vasetto davvero unico e parte di una collezione che è destinata a pochi fortunato che riescono ad accaparrarselo.

Una importante caratteristica di questi mieli è l’indicazione, direttamente in etichetta, della zona geografica di raccolta. In questa prima versione dei prodotti la zona è contraddistinta dalla regione di raccolta. Dalla seconda release di questa collezione però saremo in grado di inserire in etichetta, per ogni lotto, la provenienza precisa indicando le coordinate geografiche e l’altitudine del terreno in cui le api hanno svolto il loro lavoro.

La zona di raccolta, l’altitudine e la vicinanza al mare sono infatti elementi che – oltre a confermare la naturalezza del prodotto – ne modificano le proprietà organolettiche, un po’ come per il vino.

Il marketing e la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

È per questo che abbiamo voluto regalare al futuro cliente un’esperienza che fosse completa e che potesse anche avvalersi di un packaging esclusivo. Una confezione elegante segna una full immersion nel mondo del miele: aprendolo infatti se ne scoprono i profumi originari grazie ai fiori della botanica di provenienza che coprono il vasetto.
Il cilindro inoltre è impreziosito da dettagli dorati e da finiture preziose.

Abbiamo scelto di sostenere, con i mieli Le Esperienze, la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus attraverso la donazione di un euro per ogni vasetto venduto, in favore del progetto Difendiamo le api.

Questo in ragione di un filo logico chiaro e che definisce l’intera azienda: ADI Apicoltura produce miele biologico e italiano per salvaguardare la natura, la salute dell’uomo e delle proprie api (che alleva attraverso la tecnica del nomadismo).

L’azienda, inoltre, seleziona botaniche rare sia per fornire prodotti unici ai propri clienti, sia per salvaguardare le piccole culture, consentire lo sviluppo delle botaniche selvatiche e fronteggiare l’espansione latifondista delle grandi monocolture industriali.
Le api sono al contempo sia minacciate dall’utilizzo di insetticidi e sostanze chimiche, sia una delle specie che maggiormente consentono lo sviluppo dell’indice di biodiversità a livello mondiale. Più alto è questo indice, maggiore è la resilienza dell’habitat considerato.

Ecco che la tutela della vita delle api attraverso il sostegno alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus rientra in un quadro coerente per l’azienda e vincente per la natura: sostengo alla biodiversità.

 

 

 

 

 

 

#case history #food culture

Iscriviti alla nostra newsletter!
Vuoi restare aggiornato sulle ultime novità e trend
del food & beverage? Iscriviti!

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003, come descritto dalla relativa policy.

#case history #food culture

Cos’è il marketing e che vantaggio porta alla tua azienda?

#marketing basics

Titolari d’azienda, avete il coraggio di esprimere i vostri valori?

#case study #marketing basics

TWS_BIWA 2016

#case history